Guardami

by Le Lettere di Anna

/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €2.50 EUR  or more

     

1.
2.
03:37
3.
4.
02:59
5.
6.
02:43
7.
04:20
8.
03:34
9.
03:26
10.

credits

released November 23, 2012

tags

license

all rights reserved

about

Le Lettere di Anna Bologna, Italy

contact / help

Contact Le Lettere di Anna

Streaming and
Download help

Track Name: Bohéme Massacre
Oggi, parla il mio cuore, che è la peggior natura morta
Appesa al muro di un museo, è strano.
Oggi parla il mio cuore, tutte le lingue e nessuna
Come una torre distrutta dalle tue lettere d'amore.
Putrida e sporca da altri amori, ritorni da me per lavarti.
Ora che sei solo un amante, parlami di te.
Forse, la notte non riempie tutte le camere da letto,
E le persone nascoste che vogliono amar come animali.
Ma tu dormi, che domani sarai sola,
E se ci pensi è meglio perdersi.
Oh, tu dormi⋯
Domani non sarai più sola e se ci pensi
E' meglio perdersi.
Track Name: Redenzione
Da quando ho capito che preferisco immaginarmi che vivermi,
Amo il nostro sesso
Che da vita ad aborti di speranza disperata
E forse ci rende migliori,
Per qualche ora.
Stupida!
La tua chiesa esplode come il gambo di un fiore colto da tutti
E speciale il tuo bocciolo non lo è più.
Come speciale non è l'aria ma senza di quella,
Non vivrò, non vivranno, non vivrai.
Ora mi starò un po' vicino, pregherò me, per me
Forse mi perdonerò, per essermi tradito.
Pregherò per me,
E forse mi redimerò e perdonerò.
Un giorno ancora.
Track Name: Sospiri ( Kreativ In Den Boden COVER )
Sospiri,
Son parole evaporare ed uccise, da troppi sentimenti.
A volte,
Grazie al calore di un'altro corpo,
Ho fatto evaporare il rancore che devo a te.
Per il momento,
Fingo di cercare un sentimento
Sotto le macerie di un'edificio, che in realtà,
Non è crollato mai.
Mai.
Track Name: Muori Lenta
Io,
Io non cadrò
Tra le tue braccia vivi tra tremori e colori
ed io non so se durerà.
Lacerazioni di corpi inerti
Eroina fragile, ma tu tremi un po’
Oh no.
Paura di credere
E sapere di cadere
Ed ora, che il tempo non corre più
E perde velocità
Ill tuo corpo si riempie di me.
Tu curami, e bevi da me.
Quando il tuo corpo si riempirà di me
Tu, berrai me.
Il male brucia i nostri occhi bordeaux
E le mie braccia
Son piene di te
Il mio corpo suda odio
E muore lento.
Track Name: Alone ( by Edgar Allan Poe )
From childhood's hour I have not been
As others were; I have not seen
As others saw; I could not bring
My passions from a common spring.
From the same source I have not taken
My sorrow; I could not awaken
My heart to joy at the same tone;
And all I loved, I loved alone.
Then- in my childhood, in the dawn
Of a most stormy life- was drawn
From every depth of good and ill
The mystery which binds me still:
From the torrent, or the fountain,
From the red cliff of the mountain,
From the sun that round me rolled
In its autumn tint of gold,
From the lightning in the sky
As it passed me flying by,
From the thunder and the storm,
And the cloud that took the form
(When the rest of Heaven was blue)
Of a demon in my view.

E.A. Poe
Track Name: Scelgo Me
No! Non è possibile
lei disse:
Amarti sotto queste luci sintetiche.
confuso, disagio
Corsi via ma il mio corpo rimase fermo.
No!
Non è possibile!
Amarsi ormai è troppo poco
Disse: scegli me e lascia il resto
Disse: scegli me e lascia tutto!
No!
Non è possibile!
Scelgo me!
Track Name: La Bestia
No, non penso potrà mai cambiare
La coscienza di un semplice animale
Cadrà ancora più giù, sperando di volare
E non si chiede se cadendo morirà.

Il tempo passa e lui sprofonderà
Ricordi di cenere alla spalle lascerà
Gli istinti gli divoran la ragione
Scambiando tutto per la passione

Il futuro è il suo peggior nemico
E dal passato, fugge ferito
La sua scelta ormai è non scegliere più
La regola è... Cadere giù!

E lui cadrà, e morirà, tutto si schiaccerà
Ne pietà ne volontà, la bestia non cambierà!
Lui cadrà e perirà e tutto distruggerà
Ne pietà ne volontà, da solo lui morirà!
Track Name: Prostituta
Parlami d'amore anche nel freddo che verrà
Quando il sole brucerà la pelle morta tra di noi
E nasceranno ancora maligni pensieri di vendetta
E truci saranno le bugie dette per resistere.
Gemme acide
Son le bugle che racconti ai viandanti
Che in te
Passeggiano
Tristemente.

E rimarranno solo maligni pensieri di vendetta
E truci saranno le bugie dette per permettergli
Di comprendere
Di compatirti
Di passeggiarti
Dentro ancora…
...e ancora…
Track Name: Follia
Ti guardo e sento un desiderio inappagabile
Di fondere carne, il sangue che mi fai, ribolle
Notte di perdizione ciò che accadrà no, non sarà
Per niente, accettabile.

La strada tra te è me è lunga
Almeno quattro sorsi di questa brodaglia
Di disagio fatta
Per non sapere...
Niente
E' più gestibile
Ed ogni cellula di me ormai
Ti appartiene!
La memoria animale
Insita dentro di noi
Dimenticata da galanterie
Che soffocano e confondono
Ed il bisogno di sentirsi bestie, ritorna...
...e non c'è, non c'è, non c'è più ragione
Non c'è, non c'è, più l'illusione
Non c'è, non c'è, che il tuo sguardo contro me
Quello che c'è
E' l'attrazione
Di due corpi fradici
Di voglia di usarsi e consumarsi.
Track Name: Pugno di Mosche
Prevedo fini catastrofiche
Tra scaffali e scritte vuote.
Polveri sottili cercano il tuo corpo sulle ruote
Rottami da circo e tu che cadi in passi falsi.
Danze esotiche.
Nel cielo il buio, sulla terra guerre erotiche.
Ciò che resta della festa dentro la mia testa
non è niente.
Tu non lo sai
i problemi e i guai per vivere dentro alberi di ferro.
Scatole, salti e poi pagliacci
corrono dividendo lo spazio tra noi.
Ciò che resta della festa dentro la mia testa
non è niente.
Anime, sbagliate
per società traviate si sta rugginosi e putridi
a ballare senza mai pensare
Ciò che resta della festa dentro la mia testa
non è niente.
Ciò che resta di questa festa mesta nella mia testa
è niente.